CREA UN SITO MOZZAFIATO CON SQUARESPACE

Un sito internet è la nostra casa sul Web, il punto di ritrovo nel cyberspazio che può essere utilizzato per promuovere un’idea, vendere un prodotto, condividere un punto di vista e molto altro ancora.

Non tutti i siti internet nascono uguali, ovviamente. Chiunque voglia perseguire un obiettivo attraverso la sua provincia del Web sa che deve dare ai suoi visitatori un’esperienza di navigazione soddisfacente, intuitiva, semplice, e sempre più spesso ‘mobile friendly’.

Se vi chiedete come mai il vostro prodotto o la vostra idea non sembra decollare, forse è proprio perché il vostro sito non ha le caratteristiche sopraccitate. Intuite che è necessario cambiare qualcosa, ma non avete idea di quale dovrebbe essere il passo successivo, di che cosa fare per rendere il vostro sito più competitivo e moderno.

Se siete una di queste persone, continuate a leggere. È arrivato il momento di voltare pagina.

Se volete invece dare un'occhiata all'introduzione al mio corso 'Scopri Squarespace', cliccate sul video sottostante. Trovate il corso completo sul mio Canale Youtube.

In Principio Era l’HTML

Fino ad una ventina d’anni fa, creare o modificare un sito richiedeva una certa conoscenza del linguaggio HTML e, successivamente, del CSS. Fu poi l’avvento dei CMS, ovvero di quei software, installati su un server Web, il cui compito era (e continua ad essere) facilitare la gestione dei contenuti di siti, risparmiando al webmaster conoscenze tecniche specifiche di programmazione. WordPress e Joomla sono solo alcuni esempi esplicativi di come questo nuovo strumento abbia cambiato l’esperienza di navigazione di tantissime persone, rendendo possibile la costruzione della propria casa sul Web anche alla persona che sapeva poco o nulla di linguaggi di programmazione.

Tuttavia, utilizzare WordPress o Joomla richiede comunque un certo investimento di tempo per afferrare le basi grazie alle quali lavorare efficacemente nella ‘back’ e ‘front’ end del proprio sito.

Infine, c'è stato l’avvento dei cosiddetti website builder, una variabile che è esplosa recentemente e che sta già rivoluzionando il modo in cui vengono creati siti internet in tutto il mondo.

L’Avvento dei Website Builder

Chiunque abbia considerato possedere un sito Web (e sia intenzionato a gestirlo in modo professionale) sa bene che quelli che seguono sono elementi importanti da tenere presente. Tra le altre cose, bisogna conoscere come usare e/o possedere:

  • Un dominio, ovvero il “nome” del nostro sito.
  • Un servizio di hosting per far in modo che il nostro sito ‘esista’ nel Web. 
  • Un CMS (Content Management System) per costruire il nostro sito, se siamo digiuni di HTML o CSS o non vogliamo ripiegare su scelte più facili ed automatiche ma anche un po’ meno professionali.
  • Statistiche sui visitatori che navigano nel nostro sito, per tenere d’occhio trend, pagine più visitate, numero di accessi, ecc.
  • Molto spesso un blog, che continua ad essere una delle sezioni più visitate e dinamiche della maggior parte dei siti.

Come tutti gli altri webmaster, anche io ogni giorno devo tenere conto di ognuno di questi elementi e, fino all’anno scorso, pagavo GoDaddy (registrar) per acquistare e rinnovare i miei domini, Cloudaccess (servizio di hosting) per 'ospitarli' e mi avvalevo di Joomla (CMS) per costruire, modificare e aggiornare i contenuti del mio sito. 

Tutto questo è cambiato radicalmente quando ho fatto la conoscenza di Squarespace

Squarespace, Ovvero la Rivoluzione in Formato Website Builder

Squarespace è un CMS basato su un Saas (Software come servizio). Tradotto in italiano, si tratta di un CMS molto particolare che è al tempo stesso un website builder, una piattaforma da cui è possibile gestire il proprio blog e un servizio di hosting.

Insomma, offre tutte queste cose (e altre che vedremo più avanti) in un pacchetto unico e facile da gestire. 

Dopo aver studiato questa risorsa per diversi giorni, ed essermi abituato all’interfaccia semplice ed incredibilmente intuitiva, ho deciso senza esitazioni che Squarespace sarebbe stato il nuovo strumento con cui avrei costruito i miei siti internet. Ho così abbandonato completamente il mio vecchio sito, la mia roccaforte nel Web per circa due anni, e ho fatto il salto nel buio.

Ma a che cosa è dovuto questo cambiamento, vi chiederete voi? Comodità, maggiore accessibilità e risparmio di tempo sono fattori importanti, ma giustificano una presa di posizione del genere?

No. Comodità e risparmio di tempo sono fondamentali, certo, ma non avrei mai fatto il grande passo se non ci fossero state ragioni dannatamente buone che mi hanno convinto a salire sulla carrozza di Squarespace e a non voltarmi più indietro.

Otto Motivi per Salire a Bordo

Squarespace non mi ha solo permesso di risparmiare tempo e di concentrarmi meglio sul contenuto del mio sito, piuttosto che sul suo aspetto; ha di fatto eliminato il bisogno di aggiornarlo continuamente, e di tenere d'occhio i meccanismi che garantivano il suo funzionamento. Squarespace permette infatti di avvalersi di template preesistenti, che sono stati già ideati da programmatori di altissimo livello, senza che io debba preoccuparmi di capire come funzionino, o di come vadano aggiornati o modificati. In altre parole, Squarespace mi consegna la casa (e si fa carico della sua manutenzione) e a me non resta che concentrarmi su come arredarla. 

Basta un rapido sguardo alla pagina dei prodotti (in questo caso, dei loro siti internet) per darvi un’idea molto chiara di che cosa sto parlando. I template che vedete sono belli, semplici, incredibilmente professionali e mobile friendly. Dal primo all'ultimo.

Adesso posso affermare con ragionevole certezza che i miei siti sono più ‘gradevoli’ da vedere e più facili da navigare grazie a Squarespace. Inoltre (ciliegina sulla torta) pago meno di prima per mantenere baracca e burattini. Ebbene sì. Squarespace offre il pacchetto sopraccitato a un prezzo tutto sommato modico, ovvero 12 dollari al mese per un sito internet che sembra sia stato costruito da un professionista.

Squarespace fa il lavoro sporco e mi permette di concentrarmi su quello che devo fare per bene, ovvero scrivere, e sponsorizzare i miei prodotti. Sono finiti i tempi in cui dovevo aggiornare costantemente il mio CMS, o installare l’ultimo plugin per evitare che il sito ‘crashasse’. Squarespace si prende cura di tutto questo per conto mio.

Ma i vantaggi non finiscono qui. 

Tra i tanti, mi è sembrato giusto elencarne almeno otto:

  1. Squarespace offre un periodo di prova gratuito di 14 giorni, più che sufficiente per imparare ad utilizzare le basi di questo website builder e per capire se il prodotto fa davvero al caso vostro.
  2. I template che offre non sono molti (una trentina) ma sono tutti incredibilmente belli da vedere. Ognuno di essi è stato progettato per essere facile da gestire e da personalizzare.
  3. È semplicissimo da usare. Inoltre, offre una sezione piena zeppa di tutorial che rendono la vita facile ai nuovi arrivati (o a chi ha bisogno di rinfrescarsi le idee). 
  4. È mobile friendly, e con la percentuale di dispositivi come cellulari e tablet in crescita costante, questa caratteristica gioca un ruolo fondamentale nel facilitare l’esperienza di navigazione.
  5. Squarespace stesso fa un backup del mio sito periodicamente, senza che io debba preoccuparmi di salvare i suoi contenuti. Se volessi, tuttavia, posso salvare il sito anche manualmente.
  6. È SEO friendly. Squarespace è corteggiato da motori di ricerca come Google. Come dice il sito stesso: 'Websites include clean article links, proper tagging, XML sitemaps, and valid XHTML code.'
  7. Ha un gruppo di persone dedicate a rispondere a domande e a risolvere problemi, qualora si verificassero, 24 ore su 24. Non ho mai aspettato più di una manciata d’ore per avere una risposta ad una mia email.
  8. Ha un costo tutto sommato ragionevole. Dodici dollari al mese se si paga volta per volta, otto dollari al mese se si paga per un anno.

Chi Usa Squarespace

Squarespace ha una fetta meno piccola di mercato rispetto ad altri website builder come WIX o Weebly, ma è utilizzato da alcune delle più grandi e riconoscibili brand e compagnie sulla piazza. HBO, Target, Wired, Fast Company, Cisco e molti altri ancora.

Squarespace è stato inoltre nominato da pesi massimi come CNBC, The New York Times, Usa Today e TIME.

Sono ormai due mesi che lo uso, e non potrei essere più soddisfatto del risultato. Questo website builder mi permette di fare quello che devo fare in meno tempo, ad un costo minore e dando ai mie visitatori un’esperienza grafica decisamente migliore rispetto a qualsiasi cosa abbia creato prima.

Guardatevi attorno. Questo sito è stato costruito interamente da me, in un paio di settimane, usando niente altro che Squarespace.

Se volete vedere un altro sito creato dal sottoscritto usando un template differente, cliccate sul logo qui in basso.

 
 

Se avete qualche minuto, vi consiglio caldamente di vedere questo breve documentario sulla storia di Squarespace. Mostra molti retroscena sulla compagnia e sugli individui che ogni giorno contribuiscono a carburarla con le loro idee, la loro passione e il loro desiderio di permettere a persone come me e voi di costruire un angolo del cyberspazio ti cui essere davvero fieri.

 

Ora è arrivato il vostro turno di provare questa nuova risorsa, e di farmi sapere che cosa ne pensate. Cliccate sul pulsante per iniziare a costruire il vostro sito. Buon divertimento!

Per avere più informazioni su Squarespace, vi segnalo un articolo interessante apparso su www.websitebuilderexpert.com, che lo recensisce in dettaglio, ed un altro articolo molto esplicativo che confronta Squarespace con i più conosciuti Wix e Weebly. 

Domanda: Dopo aver letto l’articolo, credi che valga la pena usare Squarespace? Fammi sapere nei commenti.